News

The Legend of Zelda: Breath of the Wild, gli NPC sono basati su una versione avanzata dei Mii

Game

I personaggi non giocanti di The Legend of Zelda: Breath of the Wild hanno un legame importante con i Mii.

I personaggi non giocanti di The Legend of Zelda: Breath of the Wild hanno un legame importante con i Mii.

zelda-mii-nintendon
Gennaio 4, 2021

Potreste esserci anche voi

È emersa un’importante scoperta sul modo in cui sono stati creati gli NPC in The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Infatti, i personaggi non giocanti del titolo hanno un legame importante con i Mii.

L’utente di Twitter HEYimHeroic ha fatto notare che esiste un file denominato “UMii”. Gli UMi sono simili ai Mii di Nintendo Wii U e Nintendo 3DS, e condividono con loro la maggior parte dei parametri.

Una curiosa differenza riguarda le capigliature. Nel gioco per Nintendo Switch, non sono supportate tutte le acconciature dei Mii. Una volta scelta una pettinatura non supportata, il file richiama un programma separato che effettua una conversione in un tipo di capelli permesso, e più simile possibile a quello richiesto.

Potrebbe interessarti:
Rumor — Il 2021 di Switch prevede Zelda: Breath of the Wild 2, Pokémon, Splatoon, Metroid e Fire Emblem

In altre parole, qualsiasi Mii può essere importato in The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Ci vuole solo un po’ di modding e tempo.

Vorreste vedere il vostro avatar in Breath of the Wild?

Fonte: twitter,

One thought on “The Legend of Zelda: Breath of the Wild, gli NPC sono basati su una versione avanzata dei Mii

  1. Pingback: Scoperti riferimenti a dei “Mii Speciali” nel codice di Nintendo Switch - NintendOn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *