Guide

Pokémon Spada e Scudo, ecco come ottenere tutti i Regi nel DLC “Le Terre Innevate della Corona”

Game

Nella seguente guida potrete scoprire come catturare l’originale trio dei Regi, Regigas e i due nuovissimi golem di ottava generazione: Regidrago e Regieleki.

Nella seguente guida potrete scoprire come catturare l’originale trio dei Regi, Regigas e i due nuovissimi golem di ottava generazione: Regidrago e Regieleki.

Ottobre 25, 2020

I quattro titani leggendari ritornano… con due nuovi compagni

Il DLC “Le Terre Innevate della Corona“, disponibile ormai da alcuni giorni, ha introdotto in Pokémon Spada e Pokémon Scudo nuovi Pokémon, ma anche numerosi leggendari delle passate generazioni.

Fra questi ultimi troviamo il trio dei Leggendari Golem di Hoenn, costituito da Regice, Registeel e Regirock. Il DLC vede però anche il ritorno di Regigigas e l’aggiunta di due nuovi golem, Regieleki e Regidrago. Di seguito trovate tutti i passaggi da compiere per catturare le 5 creature:

Per prima cosa occorre aver incontrato Peony ed essersi uniti al suo gruppo di ricerca, a Freezedale. L’uomo ci affiderà alcuni appunti contenenti informazioni sulle leggende locali, fra cui quella relativa ai Regi. Analizzando il file “Leggende 2” troveremo indicazioni sulla posizione dei templi e 4 enigmi da risolvere, ciascuno dei quali riferito ad uno specifico golem.

Regirock

Il tempio in cui si nasconde Regirock si trova nel punto più estremo del Letto del Gigante. Per sbloccare la porta del tempio occorre assegnare una Pietrastante al primo Pokémon della squadra (Dai la pietra che rende immutabili al primo Pokémon). Una volta entrati nel tempio è sufficiente passare sopra i simboli presenti sul pavimento per illuminarli e poi interagire con la statua premendo “A” per dare il via alla battaglia col golem. Nel caso si mandi KO il Pokémon è sufficiente riattivare i simboli luminosi sul pavimento per poterlo affrontare nuovamente.

Regice

Il tempio di Regice è localizzato nella Valle Innevata. Per sbloccarne la porta sarà necessario avere in squadra un Cryogonal e metterlo al primo posto (Cammina insieme a un cristallo di neve vivente). Una volta dentro il tempio si procederà similmente a quanto già fatto per Regirock.

Registeel

Il tempio di Registeel è collocato nella primissima parte del Letto del Gigante. Al fine di sbloccare la porta sarà necessario posizionarsi davanti ad essa e fischiare usando lo stick sinistro (Fai riecheggiare un suono capace di risvegliare il gigante d’Acciaio). Una volta dentro si procede similmente a quanto già visto per i precedenti Regi.

Regieleki/Regidrago

Il tempio che contiene i due leggendari golem in questione è posto a Campo Trivio (a est della mappa). Per aprire le porte sarà necessario avere in squadra Regice, Registeel e Regirock. Una volta dentro sarà necessario prestare molta attenzione, poiché potremo catturare uno solo dei due golem in base al pattern che decideremo di illuminare. Se passaremo sui cerchi formando una X evocheremo Regieleki, altrimenti se formeremo una Y verrà evocato Regidrago. La scelta compiuta sarà definitiva e non sarà dunque possibile catturare l’altro leggendario (che potremo ottenere solo tramite scambio).

Regigigas

Per ottenere Regigigas sarà necessario avere in squadra tutti gli altri Regi. Sarà poi necessario dirigersi presso una specifica Tana Dynamax del Letto del Gigante. La tana in questione è posta a breve distanza dall’ingresso della Valle Innevata, potete ammirarla nell’immagine sottostante:

Interagendo con la tana (avendo in squadra tutti i Regi) il golem supremo apparirà. Nel caso non riusciste a identificare la tana tenete presente che, interagendo con essa, noterete come non sarà possibile gettarvi Desioblocchi.

Che cosa ne pensate? Avete già iniziato la caccia al golem? Cliccando qui potrete invece scoprire come ottenere i tre uccelli leggendari di Galar!

One thought on “Pokémon Spada e Scudo, ecco come ottenere tutti i Regi nel DLC “Le Terre Innevate della Corona”

  1. Pingback: Pokémon Spada e Scudo: Le Terre Innevate della Corona, come catturare i “Solenni Spadaccini” di Unima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *