News

Zelda: Ocarina of Time, ecco perché avrebbe potuto avere delle similitudini con Portal

Game

Secondo alcuni retroscena The Legend of Zelda: Ocarina of Time avrebbe potuto avere delle similitudini con Portal.

Secondo alcuni retroscena The Legend of Zelda: Ocarina of Time avrebbe potuto avere delle similitudini con Portal.

The-Legend-of-Zelda-Ocarina-of-Time-Portal-nintendon
Maggio 26, 2021

I retroscena inaspettati

The Legend of Zelda: Ocarina of Time è stato uno dei prodotti più rivoluzionari dell’intera storia videoludica, nonché uno dei titoli più rappresentativi per Nintendo e il suo modo di intendere il videogioco.

A distanza di quasi trent’anni dalla sua uscita sul mercato per Nintendo 64, sono emersi alcuni interessanti retroscena sull’iniziale sviluppo dell’iconico capitolo di Zelda, tra cui alcune idee che avrebbero potuto portare l’avventura di Link ad avere similitudini nientemeno che con Portal.

Secondo infatti quanto dichiarato da Giles Goddard, noto sviluppatore che all’epoca aveva collaborato molto con Nintendo attraverso anche l’appoggio di Dylan Cuthbert per la realizzazione di The Legend of Zelda: Ocarina of Time, uno dei concept iniziali prevedeva un sistema di comunicazione tramite portali molto simile a quanto avrebbe poi fatto l’eccelsa produzione Valve diversi anni più tardi.

Non dimentichiamo che Goddard aveva lavorato a tecnologie importanti per Nintendo, tra cui il viso di Mario con cui interagire all’inizio dell’indimenticabile Super Mario 64 e la primissima demo di The Legend of Zelda: Ocarina of Time diffusa nel 1995.

Potrebbe interessarti:
Dragon Quest sta per compiere 35 anni: grandi annunci in arrivo

Ecco l’intervista completa a Goddard in cui parla della sua idea che avrebbe probabilmente cambiato molte cose negli anni a venire se fosse stata implementata:

E voi cosa ne pensate? Che effetto avrebbe potuto avere un sistema di portali simile a quello di Portal all’interno di The Legend of Zelda: Ocarina of Time?

Fonte: MinnMaxShow,

One thought on “Zelda: Ocarina of Time, ecco perché avrebbe potuto avere delle similitudini con Portal

  1. Pingback: Animal Crossing: New Horizons diventa un set LEGO grazie a una community italiana - NintendOn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *