News

Furukawa parla dell’impatto di Animal Crossing: New Horizons e della produzione in mancanza di risorse

Game

Il presidente di Nintendo ha riconosciuto l’impatto di Animal Crossing: New Horizons durante la pandemia e ha parlato della produzione in scarsità di risorse.

Il presidente di Nintendo ha riconosciuto l’impatto di Animal Crossing: New Horizons durante la pandemia e ha parlato della produzione in scarsità di risorse.

Shuntaro Furukawa
Aprile 13, 2021

Il successo di Animal Crossing è legato anche al lockdown.

Se il 2020 è stato un buon anno per Nintendo, lo si deve soprattutto alla domanda sempre alta di Nintendo Switch e al fenomenale successo di Animal Crossing: New Horizons; gli ultimi dati di vendita del titolo riportano infatti oltre trenta milioni di copie vendute in tutto il mondo.

In una recente intervista al presidente Nintendo, Shintaro Furukawa, Nikkei non ha mancato di far notare che giochi come Animal Crossing aiutino le persone a “sopportare” il lockdown nell’attuale stato di cose. Ecco che Furukawa ha replicato: “Man mano che giochi con lunghi cicli di vita come Animal Crossing divengono maggiormente accettati, crediamo che questo avrà anche un significativo impatto sul futuro dello sviluppo dei videogiochi stessi”. Il presidente ha anche fatto che sapere che Nintendo vorrebbe continuare a “sviluppare giochi che permettano la comunicazione con amici e familiari”.

Ecco alcuni brani del suo intervento:

È vero che la nostra recente crescita è derivata dal fatto che le persone sono obbligate a stare a casa. Anche se lo stato di emergenza (in Giappone) è terminato, le persone passano comunque più tempo a casa che in precedenza. Man mano che giochi con lunghi cicli di vita come Animal Crossing divengono maggiormente accettati, crediamo che questo avrà anche un significativo impatto sul futuro dello sviluppo dei giochi stessi. Vogliamo sviluppare giochi che permettano la comunicazione con amici e familiari.

Shuntaro Furukawa

Nella medesima intervista a Furukawa è stato chiesto come Nintendo stia sopperendo alla mancanza di semiconduttori e manodopera. A giudicare da quanto ha riportato la produzione Switch potrebbe incontrare qualche difficoltà in futuro:

Al momento abbiamo abbastanza semiconduttori per mantenerci in pari con i termini immediati di produzione di Switch. La domanda sia in Giappone che all’estero è molto alta sin dall’inizio dell’anno, perciò esiste una possibilità che non saremo in grado di far fronte a tutte le richieste dei rivenditori in un dato momento nel prossimo futuro.

Shuntaro Furukawa

Potrebbe interessarti:
Furukawa ha spiegato come ogni anno può essere cruciale per Nintendo.

Cosa ne pensate del successo di Animal Crossing: New Horizons e del suo collegamento con la pandemia? Nintendo riuscirà a far fronte alla domanda crescente di Switch?

Fonte: Nikkei,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *