Wii U tra i fallimenti del 2013 secondo GamesIndustry International

doome

GamesIndustry International ha stilato una lista di quelli che considerati i “perdenti” di questo 2013 e, ovviamente, non si risparmia l’inserimento in lista del nostro caro Wii U.

Ma andiamo a vedere in dettaglio quali sono le motivazioni a sostegno della tesi.

Nintendo sta bene. Ma Wii U è finito/a. Ad essere sinceri, non ha mai cominciato. Non riuscirà a vendere 9 milioni di unità entro l’anno fiscale come previsto da Satoru Iwata. Nintendo ha la testa sotto la sabbia. Sarei sorpreso di vedere Wii U nei negozi il prossimo natale, se non tra le offerte o nel settore retro, tra fanboy Nintendo incapaci di accettare la realtà delle cose. A parte una manciata di giochi Nintendo, non c’è molto per cui valga la pena aspettare. E il mito che i giochi Nintendo vendano console è, in effetti, solo un mito. Wind Waker HD, Pikmin e Mario possono essere grandi giochi, ma non sono stati system seller.

All’inizio dell’anno ci si chiedeva se le nuove console Sony e Microsoft avrebbero avuto la stessa sorte. Non è stato così, hanno iniziato ala grande superando i due milioni di unità. Ad oltre un anno dal lancio Wii U arranca con un supporto terze parti inesistente. Ancora una volta Nintendo punta allo sviluppo di titoli interni, ma è chiaro che non è sufficiente per muovere unità. Nintendo non ha ascoltato chi suggeriva di pensionare in fretta la console. Queste festività sono state l’ultimo tentativo – i bundle hanno un buon rapporto prezzo/offerta – ma la console sembra arretrata se paragonata a Plasystation 4 e Xbox One. Per il consumatore non è neanche chiaro cosa differenzi il Wii U. Sembra più economico, ha un tablet che viene usato solo marginalmente ed è ancora una volta contornato da quei familiari personaggi da cartone animato. Nintendo predica ai suoi discepoli, ma questi non sono sufficienti a sostenere Wii U.

Ripeto, per essere chiaro: Nintendo sta bene, ma Wii U è finito/a.

Un punto di vista piuttosto drastico, in parte condivisibile e in parte inutilmente pieno di bile (risentimento?).

Ho scelto un’immagine di copertina che parla del fallimento di Nintendo, mentre il pezzo indica solo Wii U come problema, ma volevo rendere l’idea: mai dare per morto un progetto Nintendo.

Personalmente ritengo di dover obiettare quantomeno al punto relativo ai titoli di prossima venuta: è vero che il support delle terze parti si è rapidamente rarefatto, ma sappiamo anche della capacità di Nintendo di nascondere fino all’ultimo titoli importanti per poi immetterli sul mercato in breve tempo.
Dopo l’ultimo direct, dove sono stati mostrati nuovi titoli in uscita entro il prossimo anno, è difficile trarre sentenze così definitive sulla validità del supporto software a lungo termine.

Fonte: GamesIndusrty International

  • Difficile commentare. Io vorrei capire come sia possibile creare capolavori (Pikmin 3 e Zombie U lo sono) e non dotarli di funzioni online. Rammarico più che rabbia.

  • Se per funzioni online intendi integrazione Miiverse e DLC i titoli ne sono dotati. Se intendi gioco online, a parte che per gli sviluppatori è uno sbattimento non da poco, poi dovrebbe avere anche senso. Se devono aggiungere l’online tanto per fare senza dargli un minimo di struttura è meglio che si concentrino bene sul single player.

    • Zombie U online sarebbe stato definitivo, Pikmin 3 idem, non credi? Ciao!

    • No, perché sono giochi chiaramente pensati per il single player. L’integrazione online alla dark soul cmq è ottima. Zombi U online diventerebbe un death match alla Left4Dead, mentre Pikmin fa della bellezza della scoperta e della meraviglia per l’esplorazione i suoi punti cardine. Poi chiaro, è un ottimo strategico, ma se si cerca la strategia pura si trova ben altro di migliore.

      In definitiva sono per ok l’online, ma deve essere il pensiero base ancora prima di disegnare il primo concept artwork. Cod, battlefield, warcraft, funzionano perché pensati online, la funzione single player è un accessorio.

      Nintendo non ha mai pensato a un gioco online “serio” e non vedo l’ora che lo faccia perché sono sicuro lo farebbe con il suo personalissimo approccio verso i vg.

  • CapRichard

    Vediamo cosa riesce a fare a fine anno fiscale. se sta in positivo, non credo si possano lamentare alla fine del giro.

  • Jerusalems

    Io resterò in attesa perché dopo la storia 3DS non si può poi dire molto ma tant’è, su certe questioni il discorso è sacrosanto e di certo non sono usciti abbastanza giochi in questo 2013 ora vedremo come andrà nel 2014

  • Non credo che il periodo negativo che sta attraversando la Wii u sia dovuto alla mancanza dell’online nei titoli (a parte Miiserve). Quello che manca è la pubblicitá massiccia che accompagna le altre due console. In certi canali. Ho contato almeno 2 spot per console nell’arco di 40 minuti. Della wii u non ho mai visto uno spot in tv: la gente comune non conosce affatto questa console.

logo-bianco

NINTENDON EVENTI

Per la tua pubblicità su NINTENDON.IT

Regolamento Forum - Contatti - Nicer Design

Privacy Policy

Informativa estesa sui Cookie

©2017 NintendOn Tutti i diritti riservati. Tutti i marchi appartengono ai rispettivi proprietari.

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account