News

Nintendo bloccherà l’utilizzo delle carte di credito su 3DS e Wii U anche in Giappone

Game

Così come già accade in Europa, presto non sarà più possibile utilizzare direttamente le carte di credito sull’eShop di 3DS e Wii U neanche in Giappone.

Così come già accade in Europa, presto non sarà più possibile utilizzare direttamente le carte di credito sull’eShop di 3DS e Wii U neanche in Giappone.

Nintendo-eShop
Luglio 20, 2021

Dopo il termine del supporto europeo, il servizio sarà interrotto anche nel paese del Sol Levante

A fine 2019, a causa di un inasprimento dei regolamenti europei sulle frodi informatiche, la grande N era stata obbligata a rimuovere la possibilità di pagare direttamente tramite carta di credito sull’eShop di Nintendo 3DS e Wii U, i cui sistemi di crittografia non erano più all’altezza dei nuovi limiti di sicurezza. Il Giappone, tuttavia, essendo regolamentato da leggi differenti, non era ancora stato coinvolto dal provvedimento, almeno finora.

La divisione nipponica di mamma Nintendo, infatti, ha annunciato che a partire dal 18 gennaio 2022 non sarà più possibile utilizzare direttamente le carte di credito o prepagate per aggiungere fondi sull’eShop dei vecchi 3DS e Wii U neanche nella terra del Sol Levante.

Ovviamente, così come è già diventata prassi in Europa, sarà possibile continuare a fare acquisti con le vecchie console sia tramite le carte eShop, acquistabili online o dai numerosissimi rivenditori locali, sia unendo i fondi del proprio Nintendo Network ID con il nuovo account Nintendo, così da poter comodamente continuare a utilizzare la carta di credito o addirittura PayPal per pagare da PC o direttamente da Nintendo Switch.

Potrebbe interessarti:
Dopo l’annuncio di Dread, Metroid scala la classifica di vendita su Wii U

Voi state continuando a fare acquisti su Nintendo 3DS e Wii U? Magari comprando qualche titolo Virtual Console o rinnovando l’abbonamento alla Banca Pokémon?

Fonte: Nintendo JP,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *