News

[AGGIORNATA] Dark Souls, nuova scorciatoia scoperta dopo dieci anni

Game

Un giocatore è riuscito nell’impresa di scovare una scorciatoia in Dark Souls che finora nessuno era stato in grado di scoprire.

Un giocatore è riuscito nell’impresa di scovare una scorciatoia in Dark Souls che finora nessuno era stato in grado di scoprire.

Giugno 21, 2021

Non si finisce mai di imparare

AGGIORNAMENTO:
Come avevamo già riportato all’interno della news originale, la polemica scaturita in rete alla fine si è rivelata corretta, e infatti la procedura segnalata su Twitter per accedere a Blighttown non è possibile se non su PC e attraverso l’applicazione di una mod specifica. Niente di fatto dunque, e niente scorciatoia per la versione Nintendo Switch di Dark Souls.

___________________________________________________________________________________________________

Dark Souls, prima opera magna di From Software firmata Hidetaka Miyazaki e disponibile su Nintendo Switch in edizione rimasterizzata, è uscito sul mercato da oltre dieci anni, eppure in questi giorni un giocatore è riuscito nell’impresa di scovare una scorciatoia che finora nessuno era stato in grado di scoprire.

Il video, pubblicato su Twitter di cui trovate il collegamento di seguito, ci mostra come fare per poter accedere facilmente a Blighttown (Città Infame), una location disponibile nelle fasi avanzate dell’avventura, gettandosi da un punto preciso della mappa.

Il procedimento come dimostra il video non è assolutamente complicato, ma necessita di un’abilità per poter essere svolto, ossia la stregoneria Caduta Controllata, che consente di rimanere in vita con un salto fino a venti metri di altezza.

A dir la verità, in rete si sono scatenati alcuni commenti di persone che hanno provato a eseguire tale metodo, senza riuscirci e accusando l’autore di aver applicato una mod. Al momento in cui scriviamo, però, la procedura sembrerebbe invece confermata.

Dark Souls: Remastered, lo ricordiamo, è disponibile per Nintendo Switch già da diverso tempo. E voi siete riusciti a provare questa nuova scorciatoia?

Fonte: Twitter,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *