Recensioni

Hitchhiker – A Mystery Game – Recensione da Autostoppista

Game

Questo gioco non è quello che sembra Anche se in generale la figura dell’autostoppista nei film non è sempre positiva, nel periodo del liceo mi ha salvato spesso la vita, soprattutto quando perdevo l’autobus per […]

Questo gioco non è quello che sembra Anche se in generale la figura dell’autostoppista nei film non è sempre positiva, nel periodo del liceo mi ha salvato spesso la vita, soprattutto quando perdevo l’autobus per […]

Nintendo Switch
Maggio 13, 2021
Genere
Avventura
Lingua
Doppiaggio in inglese, testi in italiano
Multiplayer
No

Questo gioco non è quello che sembra

Anche se in generale la figura dell’autostoppista nei film non è sempre positiva, nel periodo del liceo mi ha salvato spesso la vita, soprattutto quando perdevo l’autobus per tornare a casa. Però, vi immaginate di risvegliarvi tutto d’un tratto a bordo di uno sconosciuto e in una località misteriosa dispersa tra le campagne? É quello che accade in Hitchhiker – A Mystery Game, avventura grafica sviluppata da Versus Evil anche su Nintendo Switch.

Il giocatore veste i panni di un giovane autostoppista equipaggiato di zaino e senza una meta specifica da raggiungere, che dopo aver fatto l’autostop viene caricato da un signore baffuto, produttore d’uva passa e dall’aspetto innocuo, che a un certo punto incomincia a parlare della sua vita, ma gradualmente la situazione si rivela abbastanza inquietante e successivamente anche surreale, quasi come a trovarsi in un’opera di David Lynch.

Lo scopo di Hitchhiker – A Mystery Game, suddiviso in “viaggi”, cinque capitoli con cinque luoghi e personaggi differenti, è quello di dare risposta a quesiti esistenziali. Chi siamo? Dove stiamo andando?. Per scoprirlo è necessario agire sul presente e nel passato, attraverso enigmi, non sempre semplici, ed uno studio attento delle conversazioni con il conducente.

Il gameplay non è il punto forte di questo titolo, in quanto ci ritroveremo quasi sempre una posizione statica: seduti in un’auto. L’unica cosa possibile da fare è quella di ruotare la nostra visuale per ammirare il paesaggio dal nostro finestrino e interagire con gli oggetti che troveremo attorno, come l’uvetta offerta dal nostro misterioso conducente.

Se il gameplay e la varietà non è il pezzo forte di questo titolo, non possiamo dire altrettanto della narrazione e dei dialoghi, davvero ben scritti e interpretati alla grande dai personaggi.

Anche se tecnicamente non eccelle, con una grafica molto semplice e lineare, Hitchhiker offre tanto da vedere al giocatore, soprattutto in alcuni video di intermezzo realizzati con diversi stili artistici, ad esempio: uno disegnato a matita o un altro con immagini fisse visibili attraverso un View-Master, cioè uno di quei vecchi visori stereoscopici giocattolo. Il gioco è accompagnato da una colonna sonora piacevole, ma facilmente dimenticabile.

Un titolo misterioso, breve ma intenso, con una trama originale, che, a modo suo, riesce a toccare tematiche importanti, come l’amore, la vita e la morte, attraverso una narrazione e una scrittura di alto livello. Hitchhiker – A Mystery Game si aggiunge alla ricca libreria di avventure grafiche da non farsi assolutamente scappare su Nintendo Switch!

0
10
8
Trama e dialoghi originali, bellissimo da vedere!
Traduzione dei sottotitoli non proprio perfetta...

MODUS OPERANDI

Giocato grazie ad un codice promozionale concesso dagli sviluppatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *