News

Michal Wikan, ex sviluppatore di Metroid Prime, nel ciclone delle critiche

Game

In seguito ai commenti di Michal Wikan riguardo il porting su Nintendo Switch della triologia di Metroid Prime, è partito un dibattito tra i fan della serie.

In seguito ai commenti di Michal Wikan riguardo il porting su Nintendo Switch della triologia di Metroid Prime, è partito un dibattito tra i fan della serie.

Maggio 9, 2021

Per fortuna la stessa Community è intervenuta in difesa di Wikan

Come vi abbiamo precedentemente riportato, Michael Wikan – l’ex capo progettista della triologia di Metroid Prime – ha spiegato sui social perché ritiene difficilmente fattibile l’idea di sviluppare un porting per Nintendo Switch della tanto discussa serie di Metroid.

In sintesi, è estremamente dubbioso riguardo una possibile riproposizione: Retro Studios infatti non avrebbe più gli “strumenti di editor funzionali per lavorare con il codice base di Prime”, obbligando quindi la software house a codificare nuovamente da zero il tutto, con Metroid Prime che, da solo, richiederebbe uno sforzo ritenuto “erculeo”.

Tale notizia sembrerebbe aver turbato un discreto pubblico all’interno della community Metroid, e l’ex sviluppatore di Retro Studios è diventato al momento bersaglio di messaggi offensivi. Queste informazioni sono state condivise dal fan web di Metroid Shinesparkers:

Siamo stati informati che lo sviluppatore menzionato è stato preso di mira con messaggi offensivi diretti al suo account personale sui social media. La community di Metroid è ben migliore di così, siate cortesi.

Come evidenziato dai fan più ragionevoli online, Wikan non ha per niente affermato che l’uscita di una trilogia non sarebbe mai avvenuta, ha solo detto di essere “piuttosto scettico” e crede che presumibilmente ci vorrà molto duro lavoro per realizzarlo, specialmente il terzo gioco .

Potrebbe interessarti: Metroid Prime 4 ha un nuovo, espertissimo Lightining and Compositing Artist: Chad Orr

Questi ultimi commenti sulla trilogia di Metroid Prime sono scaturiti da diversi fattori: anni di voci di corridoio (gli immancabili Rumor), elenchi di Switch sul Web dei rivenditori e innumerevoli previsioni da parte degli addetti ai lavori. Nel 2019, Imran Khan – che all’epoca era assieme a Game Informer – disse che la raccolta di trilogie per Switch era stata “realizzata da tempo” e Nintendo stava solamente aspettando il momento giusto.

Michael Wikan è fuori da Retro Studios da ormai parecchi anni, ma l’importante ruolo che ricopriva sicuramente rende le sue parole non prive di importanza. Che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *