Guide

Guida #5 Monster Hunter Rise – I Mostri

Game

La quinta guida dedicata ai principianti di Monster Hunter ci porta alla scoparta dei mostri e di come imparare a combatterli.

La quinta guida dedicata ai principianti di Monster Hunter ci porta alla scoparta dei mostri e di come imparare a combatterli.

Marzo 23, 2021

Non si chiamerebbe “Monster Hunter” senza i mostri

Se c’è una cosa che ha sempre caratterizzato la saga di Capcom sono proprio i mostri. Queste meravigliose creature nascono dalle abili mani dei designer di Capcom e prendono vita in una sequela di splendide animazioni sulla mappa di gioco.

Nel corso degli anni la saga ci ha abituato a mostri di ogni tipo, da enormi lucertoloni a magnifiche viverne infuocate, da draghi anziani di ghiaccio a piccoli dinosauri che tenteranno in tutti i modi di farci provare la famosa ospitalità casereccia delle terre selvagge.

Studio dei mostri

In Monster Hunter i mostri non sono tutti uguali. I mostri piccoli generalmente sono quelli meno pericolosi e che finiscono per diventare più un fastidio che altro.

I mostri grandi, invece, sono tutta un’altra storia. Sono le creature che dovrete imparare a conoscere, studiare a fondo e combattere più e più volte per ricavarne vari pezzi di cui avrete bisogno per creare le vostre armature e armi.

Come detto poco fa, studiare i mostri è estremamente importante in Monster Hunter. Ogni creatura, infatti, è distinta dall’altra da un moveset unico e da attacchi dagli effetti uno differente dall’altro.

Per esempio, il Pukei-Pukei è una creatura estremamente velenosa in grado di volare e di colpire il cacciatore da piccole distanze grazie alla propria lingua e ai suoi sputi velenosi. Imparare i moveset del Pukei-Pukei potrebbe farvi risparmiare diverse boccette di antidoto, oggetto che comunque sarà meglio avere sempre con sé.

Un mostro come il Barroth, invece, punta tutto sugli attacchi fisici e tenterà di colpirvi in ogni modo possibile. Malgrado l’uso di attacchi basati sul fango (in grado di rallentarvi molto), il Barroth non infligge particolari status alterati, ma al contempo potrebbe sconfiggervi con pochi attacchi se riuscisse a travolgervi.

Le viverne come il Rathalos o la Rathian possono volare e sfruttano al massimo questa possibilità, rimanendo per lunghi periodi in aria e rendendo più difficile la caccia con armi da corpo a corpo come il Martello piuttosto che con armi come l’Arco o il Falcione Insetto.

Il Rathalos, poi, infligge soprattutto status di tipo fuoco, obbligandovi a rotolare almeno tre volte per rimuoverlo. La Rathian, di contro, infligge anche un potente status veleno tramite la coda oltre a infliggervi anche un bel danno qualora riuscisse a colpirvi.

La Mizutsune, la splendida ed elegante creatura dal pieno stile giapponese, non può volare ma può far volare voi con molta facilità. I suoi attacchi basati sullo status acqua possono colpire anche da molto lontano, sia con le bolle (che possono anche far scivolare il cacciatore finché non usa il pulitore) sia con il raggio che spara dalla bocca.

Tutti questi esempi sono importanti per capire una cosa fondamentale: ogni mostro è unico e dovrete imparare a gestirli tutti per progredire in Monster Hunter.

Questo non è però tutto. Ogni mostro è composto da parti differenti, e sarà molto importante imparare a romperle tutte per ottenere parti differenti e potenzialmente molto rari.

In Monster Hunter Rise, Capcom ha migliorato ulteriormente tutto ciò che gira attorno al loot di materiali dal mostro con una scheda dedicataMateriali” all’interno del menù dei mostri che mostra con precisione le percentuali di probabilità di ottenere un determinato pezzo.

La scheda Fisiologia, poi, mostra le varie parti del mostro e le relative forze e debolezze agli status alterati e al tipo diverso di arma con cui le colpiremo.

Tutto ciò si trasforma in un grande pregio in fase di preparazione, poiché potrete adattare il vostro set da caccia in base al mostro che dovrete affrontare, sapendo con precisione quali tipologie di armi e di status infliggono la quantità di danni maggiore.

La scheda “Generale” vi permetterà infine di dare uno sguardo generico al mostro e di leggere alcune informazioni interessanti da poter sfruttare durante la caccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *