News

Dreamcast Mini potrebbe diventare realtà ma non a breve

Game

In un’intervista con Famitsu Yosuke Okunari ha parlato della possibilità di commercializzare una versione “Mini” del SEGA Dreamcast.

In un’intervista con Famitsu Yosuke Okunari ha parlato della possibilità di commercializzare una versione “Mini” del SEGA Dreamcast.

Ottobre 8, 2020

Qualcosa bolle in pentola, ma la cottura è lenta

Yosuke Okunari, membro dello staff SEGA che è stato fortemente coinvolto in molte delle recenti iniziative retrò dell’azienda, tra cui la linea Sega Ages e il Mega Drive Mini, ha lasciato intendere che la società potrebbe dare i natali a un “Dreamcast Mini” nel prossimo futuro. L’ultima grande incursione di SEGA nel mondo delle console domestiche ha ospitato titoli come Soul Calibur, Crazy Taxy, Shenmue e Skies of Arcadia ma nonostante le forti vendite in Nord America, non è riuscita a salvare l’azienda dai guai che il precedente SEGA Saturn aveva creato. Il colpo di grazia è poi arrivato da Playstation 2 che con i suoi 155 milioni di pezzi venduti in totale ha spazzato via i neanche 10 milioni di Dreamcast che SEGA era riuscita a piazzare.

In un’intervista con Famitsu tradotta da NintendoLife, Okunari ha detto:

Stiamo prendendo in considerazione concetti simili a Mega Drive Mini. Se dovessi citare alcune idee, qualcosa come un SG-1000 Mini o un Dreamcast Mini.

Yosuke Okunari

Okunari afferma che l’azienda non sarà comunque in grado di portare sul mercato una nuova console in versione Mini a causa degli impegni per il prossimo anno. A causa dei costi e del tempo necessari per sviluppare il prossimo progetto, SEGA sta dando la priorità a ciò che crede avrà il maggiore ritorno economico dal punto di vista del mercato globale.

Quando l’intervistatore ha suggerito di miniaturizzare la postazione arcade R360, Okunari l’ha presa bene:

Si, qualcosa del genere! [ride] Magari svilupperemo anche un Walk The Dog Mini!

Yosuke Okunari

Tutto questo non significa che il Dreamcast Mini sia morto ancora prima di nascere. Ovviamente, un SG-1000 Mini sarebbe più facile da realizzare e un Master System Mini potrebbe essere una strada percorribile perché si baserebbe su un’architettura molto simile al già rilasciato Game Gear Micro.
Okunari ha infine aggiunto:

Game Gear Micro è disponibile solo in Giappone. Dato che vogliamo considerare il mercato mondiale, quando svilupperemo il nostro prossimo progetto “Mini”, l’obiettivo sarà molto più ampio. L’emulazione Dreamcast è in una fase molto avanzata in questi giorni e questo sistema avrebbe decisamente senso per la fiorente linea di mini console di SEGA. Inoltre è una macchina relativamente famosa a livello globale, nonostante abbia venduto poche unità ai suoi tempi.

Yosuke Okunari

E voi, sareste interessati a un’iterazione Mini del glorioso Dreamcast?

Fonte: NintendoLife,

One thought on “Dreamcast Mini potrebbe diventare realtà ma non a breve

  1. Pingback: Dreamcast Mini potrebbe diventare realtà ma non a breveGaming Today – Notizie H24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *