News

Monster Hunter Rise, Capcom parla dell’introduzione del RE Engine su Switch

Game

Ichinose spiega le difficoltà incontrate nell’introdurre il RE Engine su Monster Hunter Rise per Nintendo Switch.

Ichinose spiega le difficoltà incontrate nell’introdurre il RE Engine su Monster Hunter Rise per Nintendo Switch.

Monster Hunter Rise Lago
Ottobre 7, 2020

Il motore degli zombie è arrivato su Switch.

Monster Hunter Rise è il primo titolo con cui Capcom introduce il RE Engine su Nintendo Switch. Tuttavia, secondo alcuni nuovi commenti dell’azienda, non è stata una transizione semplice da compiere.

Yasunori Ichinose, il director di Monster Hunter Rise, ha confermato ad Eurogamer che portare il Re Engine su Switch “è stata certamente una nuova sfida per noi”. Gran parte del lavoro è stato bilanciare le grandi mappe di gioco senza ricorrere a caricamenti, la qualità grafica e il frame rate.

Secondo Ichinose:

È stata certamente una nuova sfida per noi. Come hai detto, è stata senza ombra di dubbio la prima volta che abbiamo portato un titolo in RE Engine su Switch. Per questo è necessario eseguire un sacco di lavori di preparazione tecnica alla realizzazione soltanto per riuscire ad avere come obiettivo una nuova piattaforma hardware. Ovviamente, trattandosi di un motore proprietario Capcom, questo ha significato il poter disporre di tutta l’esperienza e la conoscenza dei programmatori che avevamo a disposizione – hanno lavorato molto duramente, facendo in modo che il motore lavorasse per noi ed assicurandosi che potessimo prendere il contenuto di gioco che riguarda queste grandi mappe che tuttavia non sono open world in senso stretto, senza che vi fossero caricamenti tra di loro, facendole lavorare senza soluzione di continuità pur mantenendo la qualità grafica che volevamo, mantenendo tutte queste cose dentro senza intaccare la performance e fare in modo che il frame rate potesse mantenere il nostro target – molte di queste cose sono state difficili da equilibrare e da raggiungere ma credo che il team le abbia realmente tirate fuori dal cilindro, ponendosi come obiettivo di stare tranquillamente sui 30 frame al secondo e nel contempo far anche risultare il gioco bello da vedere così com’è e spingere, sapete, la potenza di Switch più che potevamo. È stata un’esperienza impegnativa ma premiante.

Yasunori Ichinose

Vi ricordiamo che Monster Hunter Rise arriverà su Nintendo Switch il 26 marzo 2021. Siete pronti a dare inizio alla caccia?

Fonte: Eurogamer,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *