Cosa accadrebbe se Platinum Games si cimentasse nei battle royale?

Sounds Wonderful 

Vi capita spesso di giocare ai battle royale? Come vanno le vostre partite su Fortnite per Nintendo Switch? 

Magari vi siete un po’ stancati degli shooter e un giorno avete visto comparire dal nulla Tetris 99 in qualche thumbnail e avete pensato che era una pura ventata di aria fresca. Beh, in fondo si tratta di un battle royale, perché fra tutti coloro che si collegano a una partita, in pieno stile Highlander, “ne rimarrà soltanto uno”. 

Quindi sostanzialmente il battle royale è il tutti contro tutti contemporaneo con eliminazioni dirette fino al punto in cui uno solo prevale: chi ha detto che deve essere per forza uno shooter?

Avete presente Platinum Games? Quella di Bayonetta e relativo sequel (entrambi presenti su Nintendo Switch), quella di Wonderful 101 (esclusiva Wii U) e più recentemente nota per il capolavoro Nier: Automata (purtroppo ancora non approdato sui lidi Nintendo). Forse adesso la ricordate meglio, ma qual è il nesso con i battle royale?

La notizia di oggi è che il capo di Platinum Games, Atsushi Inaba, ha rivelato il suo interesse per il genere battle royale in un intervista con VGC:

Si è un genere veramente interessante. In tutta franchezza, personalmente penso che sarebbe interessante che interpretazione potremmo darne. Non vorremmo fare qualcosa che sia soltanto sparare. Con Apex Legends l’asticella della qualità si è alzata talmente tanto che non vorremmo andare in quella direzione. Cercare di trovare qualcosa che rispetti il nostro gusto all’interno di quel genere potrebbe essere veramente interessante.

Fermi un attimo. Un momento. So che avete pensato a cento Bayonette tutte insieme, che si spogliano contemporaneamente. Ma tornando a più miti consigli, pensate a cosa potrebbe essere un action in stile Platinum con architettura battle royale.

La carica delle 101 Bayonettas?

Un gioco dove la discriminante per l’elimazione non è più uccidere l’avversario, ma il realizzare determinate combo, insieme ad ad altri giocatori, ma molto più complesse delle loro.

Pensate per un attimo a cosa potrebbe essere un action con puzzle ambientali in stile The Wonderful 101, in cui sfidate altri giocatori a chi termina il livello o una parte di livello con l’azione o la combo più stilosa, o in un determinato tempo limite. 

Ancor più semplicemente pensate a un action a base di combattimento sullo stile dei summenzionati, in cui ci si sfida alla sopravvivenza, contemporaneamente. 

Forse stiamo solo grattando la superficie delle possibili creazioni e applicazioni al genere dei battle royale, ma il solo pensiero mi stuzzica non poco.

Chiaramente il team si scontra con la difficoltà  di controbilanciare un sistema così complesso con un’idea semplice e delle meccaniche “easy to pick up, hard to master”; questo per attirare subito una vasta fetta di giocatori e favorire lo sviluppo di una community.

Nel frattempo attendiamo Astral Chain per Nintendo Switch, sperando che Platinum non tardi a farci assaggiare il suo personale gusto di battle royale.

Cosa vorreste da Platinum Games se si cimentasse nel battle royale? Cosa pensate potrebbero creare?

Fonte: VGC