Yoshi’s Crafted World, ecco da dove viene l’idea dei livelli ribaltati

Ecco spiegata la geniale trovata!

Il team di sviluppo dietro Yoshi’s Crafted World, nel corso di un’intervista, ha avuto modo di esprimersi a proposito della meccanica del “ribaltamento” presente nel gioco.

Ecco le parole degli sviluppatori:

Abbiamo iniziato a parlarne a Nintendo prima del lancio di Switch. Allora Nintendo ci chiese se volessimo fare qualcosa di nuovo per la serie di Yoshi. Non ero coinvolto nel precedente Kirby e nei giochi di Yoshi, quindi questa era la prima volta che lavoravo con Nintendo su un gioco. Ho dovuto pensare a come rendere nuovo uno Yoshi tradizionale per l’hardware di Switch, pensando a tutti gli elementi di gioco.

Volevo incorporare il concept ibrido di Switch anche nel gioco di Yoshi. Pensavo ai potenziali usi di una home console che puoi portare fuori con te. Per esempio, ho pensato che, su due console, un giocatore poteva completare il percorso frontale mentre allo stesso tempo un altro giocatore completava quello inverso. I giocatori si sarebbero potuti scambiare tattiche e informazioni per completare il percorso. Era la prima cosa che volevo fare.

Yoshi è per tradizione un’avventura a scorrimento orizzontale in 2D. Ma giocare il lato frontale e quello inverso, senza trovare differenze, avrebbe reso il tutto poco divertente. Avevamo poi bisogno di un’estetica unica. Ecco quindi l’idea del “crafted”. Pensavo che se avessimo reso questo un mondo artigianale e se l’avessimo reso visibile anche all’inverso avremmo ottenuto la sensazione di esplorare due intere parti del gioco, una davanti e una dietro.

Dichiarazioni molto interessanti, non credete anche voi?

Vi siete già persi nei mondi inversi di Yoshi’s Crafted World?

Fonte: NE