Nintendo VR esisteva già come concept nel 2015, ma non accadde per via di PSVR

Scegliere una buona finestra temporale

Anche se Nintendo sembra essersi presa il proprio tempo nel rilasciare un prodotto VR, l’idea di un Nintendo VR era già nei piani dal 2015. Questa si è concretizzata solo adesso, attraverso il Labo VR kit.

Infatti, paragonandolo alla maggioranza delle periferiche VR già esistenti, il Labo VR Kit sembra realizzato con materiali e procedimenti tecnlogici semplici; tuttavia la periferica rimane perfettamente funzionale, proprio per la natura ergonomica del suo design a base di cartone.

Questo perché secondo alcuni commenti sulla testata Nikkei, pare che Nintendo avesse già nei piani un progetto VR in passato, ma Sony l’aveva battuta sul mercato con il lancio del Playstation VR per PS4.

Dato che PSVR appariva come più complesso a livello di tecnlogia, i capi della grande N avevano accantonato l’idea per qualche tempo, per poi rispolverarla con l’arrivo di Nintendo Labo.

Pare che sia stato proprio il successo commerciale di Nintendo Switch a convincere Nintendo a recuperare e portare a compimento l’idea del VR; questo perché l’ibrida Nintendo è una piattaforma in piena salute che continuerà a generare attenzione. 

Se fosse stata lanciata nel 2015, avrebbe affiancato Nintendo Wii U, che ha venduto circa 13 milioni di copie nel suo ciclo di vita. In altre parole, sarebbe stata un disastro annunciato a livello finanziario, oltre a rischiare di essere fortemente criticata essendo il sistema già meno performante della PS4.

Invece, benché Nintendo Switch non sia in grado di replicare un’esperienza paragonabile a quella di PSVR, la soluzione low-tech sembra però coerente; questo perché l’intero concept di Labo si basa sulla semplicità ed ha come target i bambini e le famiglie, piuttosto che gli hardcore gamer.

Questa dunque, la differenziazione competitiva che permette a Nintendo Labo VR di esistere e creare un’offerta diversa da quella del competitor.

E voi che ne pensate? Avete acquistato il Nintendo Labo VR Kit? Vi state divertendo a testare le possibili esperienze fornite da questa periferica?

Fonte: Nikkei