Baba Is You, recensione del puzzle game che gioca con le parole

    • Sistema Nintendo Switch
    • Genere Puzzle Game
    • Sviluppatore Hempuli Oy
    • Lingua/e Inglese

E questa parola, dove la metto?

Rompicapo e videogiochi sono sempre andati a braccetto. L’idea di poter interagire con un enigma, che sia tramite un’avventura grafica o grazie ad un intricatissimo dungeon, ha sempre fomentato i giocatori vogliosi di mettere alla prova le proprie capacità intellettive.

Baba Is You, titolo indie sviluppato dai ragazzi di Hempuli Oy, digitalmente parlando, è un enigma vivente. Le regole che muovono il mondo di gioco possono essere modificate, intercambiate con altre al fine di ottenere risultati talvolta davvero sorprendenti. Il solving, quindi, avviene modificando la struttura base del gioco. Cosa molto più facile a dirsi che a farsi, ve lo possiamo assicurare.



L’esperienza di Baba Is You si fregia di più di 200 livelli. Ognuno di essi presenta a schermo delle regole, rappresentate con dei piccoli blocchi, veri e propri oggetti che il giocatore può spostare a suo piacimento se non ci sono ostacoli sul cammino. Manipolando queste regole, e quindi spostando i blocchi in modo tale da combinarli con altri, è possibile innescare tutta una serie di interazioni che portano infine alla risoluzione dell’enigma.

Facciamo un piccolo esempio: “Baba Is You” è una regola composta da tre blocchi: “Baba”, “Is” e “You”. Baba è il piccolo esserino quadrupede di colore bianco che il più delle volte fa da intermezzo col mondo di gioco. Scambiando “Baba” con “Key”, il giocatore abbandona il controllo di Baba per impersonare una chiave.


In questo caso il muro ci impedisce di proseguire. Ma basta scalzare via una parola per avere accesso ad una stanza irraggiungibile.

Il più delle volte l’obiettivo del giocatore è quello di raggiungere un punto della mappa, spesso segnalato con una bandierina e dalla regola “Flag Is Win”. Ma le regole del gioco sono fatte per essere infrante, quindi ecco che, dopo un furbo rimescolare di blocchi, la vittoria viene ottenuta semplicemente toccando un piccolo granchio.

È inoltre possibile combinare più parole tra loro grazie alle congiunzioni. “And” è una parola che permette ad una pietra, ad esempio, di poter essere spinta e allo stesso tempo distrutta al primo ostacolo incontrato. In che modo? Componendo “Rock Is Push And Weak”.


Foglie assassine. L’unico modo per evitarle è… rendere una roccia un punto di teletrasporto.

A fronte di un concept di gioco molto originale, anche se non nuovissimo per il genere — basti pensare a Scribblenauts, per esempio — bisogna anche fare i conti con una libertà limitata esclusivamente alle regole messe in campo. Una scelta di level design, quindi, che obbliga il giocatore a ragionare con i pochi elementi a disposizione.

Se all’inizio tale scelta può apparire semplicista, vi assicuriamo che col passare dei livelli le cose si fanno davvero complesse, al punto che passerete una buona mezz’ora solo per comprendere come sfruttare al meglio tutte le combinazioni di blocchi disponibili. Fortuna che c’è un tasto predisposto al “Rewind“, funzione molto utile dopo che si sono effettuati molti passaggi e il risultato ottenuto non è quello sperato.


Qui le rocce levitano. E l’acqua ti annienta al sol tocco. Come raggiungere la bandierina?

C’è da dire, in ogni caso, che non sempre la risposta è dietro l’angolo, e che il trial and error è spesso necessario. La soluzione agli enigmi, infatti, raramente viene a galla dopo i primi minuti gioco. Baba Is You, da questo punto di vista — e in particolar modo dai due terzi di gioco in poi — è molto poco intuitivo e premia il giocatore solo dopo una lunga serie di mosse.

Caratteristica che, se da un lato aumenta longevità del titolo e complessità degni enigmi, dall’altro potrebbe spazientire i giocatori meno predisposti a tuffarsi nel vuoto. Per quanto il genere abbia sempre “sofferto” di tempi morti, è altresì fondamentale che i minuti predisposti al ragionamento non superino una certa soglia. E Baba Is You, molto di frequente, lascia il giocatore in balia di indovinelli davvero ostici da completare.


Ops.

Esteticamente parlando lo stile scelto è molto azzeccato, minimal al punto giusto, ma originale e soprattutto funzionale allo scopo. Anche la colonna sonora offre un intrattenimento valido, con melodie molto giocose e in grado di essere “sopportate” persino mentre le orecchie fumano senza pietà. La natura portatile di Nintendo Switch, inoltre, lo rende un titolo perfetto per partite mordi e fuggi.

Baba Is You è un puzzle game valido, dal concept di gioco fresco e dall’offerta ludica molto ricca. Terminare i 200 e più livelli non sarà impresa semplice, così come sarà frequente perdere la pazienza ed abbandonare un enigma per l’eccessiva artificiosità. Un gioco non per tutti, ma che sarà in grado di ripagare i giocatori dotati di infinita pazienza e voglia di mettersi alla prova.

7.8

Baba Is You

"Baba Is All Of Us"

  • Concept di gioco originale
  • Stilisticamente azzeccatissimo
  • Molto impegnativo
  • 200 e più livelli da portare a termine
  • Molti enigmi poco intuitivi
  • Libertà limitata alle regole messe in campo
  • Potrebbe scoraggiare i giocatori meno pazienti
  • In sola lingua inglese

Modus Operandi: Completata la campagna principale grazie ad un codice gentilmente offerto per la recensione.