News

Bandai Namco dichiara che ‘Esiste la possibilità di un porting postumo alle altre piattaforme per SoulCalibur VI su Nintendo Switch’

Game

Bandai Namco ha dichiarato che tengono in considerazione l’idea di un porting postumo di SoulCalibur VI su Nintendo Switch.

Bandai Namco ha dichiarato che tengono in considerazione l’idea di un porting postumo di SoulCalibur VI su Nintendo Switch.

Agosto 27, 2018

Secondo il producer Motohiro Okubo si potrebbe pensare al porting dopo l’uscita sulle altre piattaforme

SoulCalibur VI arriverà il 19 ottobre su PlayStation 4 ed Xbox One, e nonostante non sia stata annunciata una versione per Nintendo Switch, Bandai Namco potrebbe però pensare ad un porting postumo. Durante la Gamescom 2018 infatti, il producer Motohiro Okubo ha dichiarato a Dualshockers:

“Al momento non c’è in sviluppo una versione per Switch. Comprendo che è un hardware di grande successo e naturalmente se esiste una possibilità, sarebbe fantastico farlo. Al momento ci stiamo concentrando sul lancio del 19 ottobre, quindi non abbiamo nemmeno il tempo di pensare a questa possibilità. Dopo il lancio però prenderemo più seriamente in considerazione la possibilità. “

Fonte: Dualshockers,

14 thoughts on “Bandai Namco dichiara che ‘Esiste la possibilità di un porting postumo alle altre piattaforme per SoulCalibur VI su Nintendo Switch’

  1. Come al solito, per chi tratta Switch come console da Serie B, quando è invece la console più venduta, non comprerò il loro gioco in caso di porting POSTUMO proprio per il discorso prima citato.
    Bye bye.

    1. Bravo, cosí ne porteranno pure meno giochi di terze parti.
      Praticamente te compri solo le esclusive perché secondo il tuo ragionamento la gente non avrebbe dovuto comprare né Skyrim, né Dragon Ball FighterZ, Xenoverse 2, Wolfensfein, Doom, Dark Souls ecc.
      Beh, ottimo modo per supportare la console.
      Sicuramente se tutti gli acquirenti di Switch avessero avuto una mentalità retrograda come la tua, la console avrebbe fatto molto probabilmente la fine di Wii U.
      Ma ancora non hai capito che Switch a livello hardware rispetto alle altre console è una carretta e quindi i porting richiedono piú lavoro per essere portati?
      Già è raro che arrivino giochi di terze parti a causa dell’hardware limitato; se poi con i rari che arrivano fate pure i “preziosi” dicendo che non volete acquistarli solo perché arrivano qualche mese dopo, beh, allora non lamentatevi se poi le terze parti abbandoneranno la console del tutto.

      1. – “Già è raro che arrivino giochi di terze parti a causa dell’hardware limitato; se poi con i rari che arrivano fate pure i “preziosi” dicendo che non volete acquistarli solo perché arrivano qualche mese dopo, beh, allora non lamentatevi se poi le terze parti abbandoneranno la console del tutto.” –

        l’hardware non è limitato sono le scuse che non lo sono… perché un gioco come SCVI puo’ girare tranquillamente su Wii U. Prima di parlare di VI hai visto almeno la grafica?!
        https://www.youtube.com/watch?v=2aE5NtDV6Cs
        e se arriva tardi non si tratta di 1 mese ma di 12 o nei migliori casi di 9… ricordi Yakuza1&2 https://kotaku.com/this-wii-u-game-doesnt-seem-as-polished-as-its-ps3-vers-508843306
        https://kotaku.com/yakuza-on-the-wii-u-is-an-experiment-and-not-happenin-510075724
        e in questo caso se non vende non puoi incolpare gli utenti “preziosi”
        – “Sicuramente se tutti gli acquirenti di Switch avessero avuto una mentalità retrograda come la tua…” –
        che guarda caso hanno una mentalità cosi “retrograda” che hanno persino finanziato
        Project CARS… e si perché bisogna ricordarlo che grazie ai fan Nintendo (e in parte PC fan) che potete giocarlo su Xbox & PS4 ma la vostra mentalità aperta e “progressista” non vi impedisce di fare autocritica?… anzi siete andati contenti a comprarlo con la scusa che Wii U e “sottodimensionato” e se la merita.
        e sia il caso ricordarlo che la stessa console con soli un 1 giga ram usando un solo core fa girare Breath of the Wild e Xenoblade Chronicles X e quest’ultimo senza caricamenti…
        Adesso trovami un gioco su la “potentissima” PS4 che si avvicina a tanto che anche con i suoi 1.8 Teraflops fasulli non puo’ eguagliarlo (ci è voluto la “pro” giusto per ricordarti)
        Ti sei mai domandato perché i giornalisti pigri non hanno voluto fare Benchmark di Wii U e PS4 e Xbox (anche Switch) confronto…?!
        oh no non fraintendermi non sto cercando di dire che Wii U è la più potente ma solo farti capire che anche PS4 è una carretta parecchia sottodimensionata ma nessuno la vuole ricordarlo… ricordi 2001 secondo le carte di Sony & Micro PS2 era 3 volte più potente di NGC e Xbox doveva essere 10 volte tanto… ma un gioco di nome Star Wars ha distrutto tutti e due nel Benchmark… (e guarda caso da allora che evitano il confronto)
        e alla fine una domanda, visto che ho una mente retro(grada?… non dimentico il passato?) già fatta, più o meno 3 anni fa ma che nessuno mi ha risposto:
        quanto realmente poligoni fa muovere la PS4 e Xbox (le versioni base) quale gioco? e quanti? in più o in meno di XenobladeX?!

        1. Si vede che sei fanboy fino al midollo.
          Piú grande non significa necessariamente migliore.
          A livello di dimensioni Zelda e Xenoblade saranno pure piú grandi di Horizon Zero Dawn ma quest’ultimo a livello di dettagli visivi è molto piú curato e non potrebbe mai girare su una console come Switch e figuriamoci su Wii U.
          Il che fa capire che si PS4 è piú potente e riesce a gestire piú poligoni.
          Se tanti giochi non escono non è mica per dispetto ma a causa dell’hardware limitato della console.

          1. essere fanboy di per sé non è qualcosa di male e nemmeno da vergognarsi perché se ci pensi bene il fanboy e qualcuno che Ama e in generale non è uno che Odia; in fondo siamo tutti fanboy di qualcosa… invece odiare senza senso, manipolare, evitare di rispondere ai punti legittimi quello si che non si puo’ chiamare fanboy ma Hater…
            Infatti il fanboyismo non ti ha impedito di rispondere alle mie domande ma soltanto l’Odio che provi per Nintendo:
            io ho fatto tanti punti chiari e ho sottolineato che stiamo parlando di versione base e non di “pro”, ho parlato di Benchmark; ho parlato anche di P Cars; ma tu hai subito risposto per poligoni basandoci su Carte Sony e io avevo già previsto questa risposta e ti avevo ricordato i 36 milioni fasulli di poligoni sulla carta di Sony per PS2; (leggi G. Republic speciale 2001) insomma tutti fatti veri nessuno inventato…

            E alla fine si sono un fanboy Nintendo, sono sempre stato ma la differenza con te è che io non Odio… cioè non sono un Hater come te, è questo il nocciolo del discorso.
            Guarda ho una grande collezione di giochi da Nes; Snes; N64; GB; PS 1&2 (qualche gioco); GC; GBA; DS; Wii + U e credimi poco mi importa delle guerre di console, anche se Nintendo andasse in fallimento credimi, né odierei Sony (o Micro) né te o ritenerei qualcuno responsabile e mai avrei desiderio di altre console… semplice, perché? In realtà non ne ho voglia! Con tutti i bei giochi e capolavori che si trovano nella mia collezione e che io amo rigiocarli non ne sento davvero il bisogno…
            Semplicemente non ho soldi da buttare in giochi anonimi e nemmeno il tempo di odiare.

      2. Il discorso retrogrado è il loro. Non è accettabile che un gioco che esce a quasi 2 anni dal lancio di Switch esca in differita. Doom e tutti gli altri titoli da te citati era matematicamente e temporalmente impossibile uscissero in contemporanea, adesso però non hanno più scuse.
        Guarda caso gli indie usciti già su altre piattaforme perché switch arrivata dopo, li ho comprati tutti.

    2. Alfonso capisco bene, ma se un gioco arriva tardi… l’importante è che arrivi. Non è obbligatorio che le varie piattaforme si muovano di pari passo, in particolare quando Nintendo sceglie la via dell’hardware innovativo ma meno prestante.

      Fare una versione di SCVI per Switch vuol dire avere un team dedicato solo per quella conversione, perché ci sarebbe un sacco da lavorare tra compromessi e limiti. Speriamo bene e che arrivi presto, dai!

      1. – “Fare una versione di SCVI per Switch vuol dire avere un team dedicato solo per quella conversione…” –
        ma scusa perché per Xbox e PC usano Team dedicati invece per Switch secondo te non devono? o forse devono usare il Team di PS4 o addirittura quello di Xboxone?
        e non mi venir a dire per via del successo commerciale visto che:
        https://uploads.disquscdn.com/images/13923bbd2ccdcbc5f8f902ef4d5bf6879a1cc4a2827471f4000e2bfd1f4496fc.jpg A partire dal 2007, la versione GameCube ha venduto circa un milione di copie negli Stati Uniti e 100.000 in Giappone + 200.000 europa & regno unito, rendendola una delle giochi GameCube di terze parti di maggior successo.
        http://www.ign.com/articles/2004/01/24/graphs-soulcalibur-ii-sales
        e pure i fan Nintendo vengono trattati con pesci in faccia… allora chi sono i retrogradi? i fan sony-micro, giornalisti pigri, o gli analisti “specializzati”?!

        – “perché ci sarebbe un sacco da lavorare tra compromessi e limiti” –
        e inoltre la grafica non è niente di speciale puo’ girare tranquillamente anche su Wii U
        https://www.youtube.com/watch?v=2aE5NtDV6Cs

      2. Abbiamo visto tutti come sia possibile far uscire titoli con grafica eccelsa anche su Switch con i fantastici Panic Button. Bisogna investire, una volta fatto il primo investimento le altre conversioni saranno molte più semplici e veloci. I ragazzi di Panic oramai vanno a cannone. Se vuoi far uscire un gioco devi investire, semplicemente non hanno voglia. Perché lo sappiamo tutti che la roba di qualità su Switch vende benissimo e l’investimento ne vale sicuramente la pena.

  2. La serie SoulCalibur naviga in cattive acque, leggevo che non è stato facile ottenere il via libera per questo sesto capitolo. Delle vendite sottotono (cosa non impossibile) potrebbero segnare la fine della serie, quindi è lecito pensare ad una versione Switch per salvare la baracca.

    Probabilmente quando hanno iniziato lo sviluppo Switch non era neanche uscito.

    1. Questo discorso è proprio il motivo per farlo uscire a momenti PRIMA su Switch che sul resto, ma per loro è meglio di no.

      1. Switch è uscita da poco più di un anno, questo gioco sarà in sviluppo da almeno due o tre quindi non era fattibile.
        Non ho scritto “uscita” a caso, perché se è vero che da un lato la software house era a conoscenza dell’uscita della console dall’altro non avrebbe mai potuto sapere se sarebbe
        stata un successo o no.
        Se NB si è dimostrata riluttante nel creare questo nuovo capitolo, secondo te quanto era disposta a sborsare per una quarta versione dedicata ad una console dal successo ancora incerto? meno di zero.
        Aggiungere “in corsa” la versione Switch avrebbe causato ritardi e aumento di costi e
        questo vale per tanti altri giochi sfortunatamente.

        Il supporto postumo per i primi anni, considerando i tempi di sviluppo dei titoli odierni, è per molti l’unica soluzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *