News

Oceanhorn, titolo indie ispirato a The Legend of Zelda: The Wind Waker, arriverà su Nintendo NX?

Game

Come abbiamo già evidenziato diverse volte, Oceanhorn, l’ormai noto indie action-RPG che ha riscosso un discreto successo di pubblico e critica, è fortemente ispirato a The Legend of Zelda: The Wind Waker. Inizialmente è stato rilasciato per dispositivi […]

Come abbiamo già evidenziato diverse volte, Oceanhorn, l’ormai noto indie action-RPG che ha riscosso un discreto successo di pubblico e critica, è fortemente ispirato a The Legend of Zelda: The Wind Waker. Inizialmente è stato rilasciato per dispositivi […]

Oceanhorn Nintendo NX
Ottobre 15, 2016

Come abbiamo già evidenziato diverse volte, Oceanhorn, l’ormai noto indie action-RPG che ha riscosso un discreto successo di pubblico e critica, è fortemente ispirato a The Legend of Zelda: The Wind Waker. Inizialmente è stato rilasciato per dispositivi mobile, prima di arrivare su PlayStation 4 e Xbox One quest’anno.

FDG Entertainment, gli sviluppatori dietro al titolo indie, hanno annunciato attraverso un comunicato stampa, che “il gioco arriverà presto anche su altre piattaforme, tra cui Android, PlayStation Vita e una console Nintendo. È molto curioso il fatto che si parli di console Nintendo in generale, molto probabilmente perché proprio quella console su cui verrà sviluppato il gioco non è ancora stata annunciata ufficialmente.
Non abbiamo altre informazioni al momento, per saperne di più non ci resta attendere il tanto desiderato reveal di Nintendo NX!

Fonte: Nintendo Life,

16 thoughts on “Oceanhorn, titolo indie ispirato a The Legend of Zelda: The Wind Waker, arriverà su Nintendo NX?

    1. Ciò che vi ha annoiato non è il Grande Mare, ma la velocità nel quale lo si solcava.
      Quale luogo a sé, il Mare ha mini dungeon, punti di interesse, subquest stratificate, negozi, grotte, isole segrete, rendendo Wind Waker, di fatto, il primo Zelda open world 3D, ben prima di BotW.
      Ma ciò che lo rendeva piacevole, ciò che, nella versione HD, è oggi visibile, su GameCube era distrutto da una cosa.
      La Vela.
      E sopratutto, quel dannato vento.
      Gli spazi di Mare Aperto, passaggi di 30 secondi, con la Vela Veloce, durano minuti, se non mezz’ore, nella versione originale. Il tedio, la noia, la ripetitività, tutte erano presenti, e tutte distrussero ciò che, con una velocità maggiore, avrebbe appassionato milioni di persone, evitando, forse, il leggero retrocedere di Twilight Princess.
      È giocando con la versione HD, oggi, che mi rendo conto della vera bellezza di Wind Waker, una bellezza opacizzata, al tempo.

      1. Eh ma figurati che io ho giocato solo alla versione HD, e prima di prendere la Vela veloce potevo andarmi a fare un caffè mentre Link raggiungeva la meta. Comunque, fosse solo quello il problema di Wind Waker… a me non sono piaciuti nemmeno i dungeon. Troppo pochi e troppo facili. Per me si trova molto in fondo in una eventuale classifica degli Zelda. Ma ovviamente de gustibus.

        1. L’Antica Hyrule avrebbe dovuto essere esplorabile. Si noti, ad esempio, come il Castello abbia scale e stanze esterne, nonostante non si possa andare oltre la sala principale. Per motivi di tempo, però, dovettero tagliare quella parte, così come il dungeon nell’Isola Primula, togliendo, così, circa 3 dungeon.
          Posso comprendere, dunque, la critica al numero (e a me 7 vanno comunque bene, eh), ma, indipendentemente dalla facilità, i dungeon di WW sono molto ben strutturati, sicuramente migliori di quelli di Ocarina, seppur peggiori di quelli di TW o MM, anche SS.
          E pensa che la versione originale era ingiocabile, in confronto a quella HD. Troppe, troppe animazioni eccessivamente lunghe e non skippabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *