SpeSkullations #29 – Accordi finanziari, Animal Crossing e l’outsourcing

Nello show di questa settimana affronto i seguenti temi: gli accordi finanziari in stile Bayonetta 2, un nuovo Animal Crossing, l’outsourcing verso studi di terze parti per serie più o meno minori, i servizi online di Wii U e 3DS e la loro permanenza su NX e l’eventualità di nuove IP in stile Splatoon.



Per quanto riguarda gli accordi finanziari, al momento non ci sono prospettive per accordi in via di completamento, ma Nintendo prende queste decisioni anche considerando i benefici in termini d’immagine oltre che di vendita. Il nuovo Animal Crossing è in sviluppo e NCL punta ad un’uscita per il Q3 del 2017.

L’utilizzo di studi esterni per una serie di IP considerate minori è una pratica che Nintendo proseguirà, ma al momento la produzione è totalmente interna, fatta eccezione per ciò che è già stato annunciato. Per quanto riguarda i servizi online di Wii U e 3DS, rimarranno senz’altro per una serie di anni per poi diminuire a seconda delle esigenze di Nintendo. Infine per le nuove IP in stile Splatoon, al momento non ci sono progetti enunciabili come nuove IP, ma Nintendo è senz’altro colpita dai risultati di questo esperimento.

Per tutte le domande su: Nintendo, il suo funzionamento, titoli non annunciati, franchise scomparsi, retroscena di sviluppo, opinioni, consigli potete inviare una mail giulio.vitali@nintendon.it (se volete specificate il nickname), o utilizzando anche i commenti di Disqus di seguito.