Aonuma: Zelda per WiiU? Dovete pazientare

In questi ultimi tempi il nostro buon Aonuma, oltre a lavorare contemporaneamente su due giochi (addirittura tre prima che Wind Waker HD uscisse), è più che mai prolifico di dichiarazioni e interessanti interviste. L’ultima, in ordine di tempo, è quella rilasciata al Comic Con di New York al magazine Mashable. L’intervista è molto lunga e copre i più svariati argomenti: di seguito riportiamo i passaggi principali, mentre potete trovare l’articolo completo al link in fondo alla pagina.

Su Zelda Wind Waker HD:

Ho potuto approcciarmi serenamente al gioco come producer in virtù del fatto che è passato molto tempo. Se avessi dovuto fare questo remake dopo soli cinque anni dall’uscita del gioco, sarebbe stato troppo presto. Ora che sono passati dieci anni, come producer posso guardare al gioco in maniera oggettiva ed essere più razionale perchè il passare del tempo mi ha permesso di non ragionare più di “pancia”, ma di testa.

Lo stile grafico della versione Gamecube del gioco ha molto diviso la fanbase. Quella direzione artistica è stata influenzata da un cartone animato che vedevo da piccolo, e io mi aspettavo che avrebbe creato due opposte fazioni: chi la amava e chi la odiava. A me, ovviamente, piaceva molto e penso che l’HD la abbia migliorato ancor di più.

Sul rapporto con i fan di Zelda:

Abbiamo creato Hyrule Historia per far contenti i fan. I libro è un riassunto su tutti i giochi della saga usciti fin’ora. Non l’ho scritto personalmente, ma tutte le persone che ci hanno lavorato sono essi stessi grandissimi fan della serie. Io credo che nei giochi di Zelda ci sono cose che io cerco di esprimere e far risaltare, ma ci sono anche certe cose che i fan danno per assodate. I giocatori si aspettano molto e, grazie anche a Hyruke Historia, sono molto più coinvolti nella serie. D’altra parte io stesso sono molto più cosciente delle richieste dei fan, grazie a internet e ai social media. Questo è molto importante perchè posso interagire molto di più con loro, ed è il motivo principale per cui abbiamo aperto la community Miiverse di Zelda: leggo i commenti dei fan ogni giorno, e  li trovo molto interessanti.

Sul prossimo capitolo per WiiU:

Nuove informazioni sul nuovo Zelda per WiiU? Dovrete aspettare fino all’E3 2014. Per quanto riguarda la struttura del gioco abbiamo guardato agli Zelda precedenti. Il più open world di tutti penso sia Wind Waker, principalmente perchè il giocatore ha la possibilità di navigare per tutto l’oceano e visitare tutte le isole. Nello sviluppo di un gioco, la nostra attenzione principale è rivolta al gameplay: volilamo costruire il gioco intorno a tale elemento, rendendo le meccaniche il più possibile accessibili a tutti.

In Skyward Sword invece, il mondo “concentrato” ci ha aiutato molto in ciò, ma questo non vuol dire che non ci sia una grande porzione di mondo esplorabile. Riguardo a ciò, abbiamo recepito le lamentele di moltissimi fan riguardo alla mancanza di ampi spazi esplorabili nel gioco. Dopo aver deciso le meccaniche principali di gameplay per il prossimo Zelda, abbiamo quindi posto l’obiettivo di un open world  in cima ai nostri desideri ed ora stiamo cercando di capire come armonizzarlo con tutti gli altri aspetti del gioco.

Senza dubbio le dichiarazioni di Aonuma ci sembrano molto incoraggianti. Avremo un primo assaggio della loro effettiva portata con A Link Between Worlds, che sembra avere molte frecce al suo arco per stupirci. Per Zelda WiiU, come avete letto, dovremo purtroppo attendere parecchi mesi (e un’uscita non prima del 2015 sembra più che mai probabile), ma siamo veramente molto curiosi di vedere il risultato finale.

 

Fonte